Leslie Krims alla TATE MODERN, Londra

Leslie Krims alla TATE MODERN, Londra

TATE MODERN, Londra

“Performing for the camera”

curata da Simon Baker, Senior Curator della Sezione Fotografia presso la Tate Modern

e Fiontan Moran, Assistant Curator alla Tate Modern

18.02.2016 – 12.06.2016

  

L’importante mostra collettiva intende esaminare la varietà dei mezzi con cui l’immagine fotografica, dal suo sviluppo nel XIX secolo, ha documentato e sviluppato la nostra presa di coscienza della performance di fronte all’obiettivo. Cosa si nasconde dietro l’atteggiamento del posare per la macchina fotografica?

Il tema verrà affrontato in diversi modi: considerando la documentazione di importanti opere di performance (di artisti quali Yves Klein, Yayoi Kusama e Merce Cunningham); indagando come i performers e i fotografi hanno saputo collaborare artisticamente (nel caso di Nadar e del mimo Charles Debureau o di Eikoh Hosoe e del coreografo Tatsumi Hijikata); riflettendo su quanto il mezzo fotografico sia diventato il campo principale in cui agire e simulare, diversificandosi dall’ambito teatrale o dell’arte più in generale (nei lavori di Charles Ray, Boris Mikhailov e Erwin Wurm). Altre due important sezioni  saranno anche quelle dedicata alla costruzione dell’identità personale riscontrabile nei lavori di artisti quali Lee Friedlander, Tomoko Sawada, Cindy Sherman, Hannah Wilke, Leslie Krims e Andy Warhol, così come quella inerente gli innovativi approcci della ritrattistica riscontrati nei lavori di Keith Arnatt e Masahisa Fukase.

Approcciando il tema da prospettive differenti, la mostra cerca di spingersi sino ai limiti tra fotografia e pratiche documentarie, superando le convenzioni di genere tra ritratto e performance.

Per maggiori informazioni

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!

Share