Leslie Krims alla TATE MODERN, Londra

LESLIE KRIMS 

TATE MODERN, Londra

 

"Performing for the camera"

curata da Simon Baker, Senior Curator della Sezione Fotografia presso la Tate Modern
e Fiontan Moran, Assistant Curator alla Tate Modern

 

18.02.2016 - 12.06.2016

  

L'importante mostra collettiva intende esaminare la varietà dei mezzi con cui l'immagine fotografica, dal suo sviluppo nel XIX secolo, ha documentato e sviluppato la nostra presa di coscienza della performance di fronte all'obiettivo. Cosa si nasconde dietro l'atteggiamento del posare per la macchina fotografica? 
Il tema verrà affrontato in diversi modi: considerando la documentazione di importanti opere di performance (di artisti quali Yves Klein, Yayoi Kusama e Merce Cunningham); indagando come i performers e i fotografi hanno saputo collaborare artisticamente (nel caso di Nadar e del mimo Charles Debureau o di Eikoh Hosoe e del coreografo Tatsumi Hijikata); riflettendo su quanto il mezzo fotografico sia diventato il campo principale in cui agire e simulare, diversificandosi dall'ambito teatrale o dell'arte più in generale (nei lavori di Charles Ray, Boris Mikhailov e Erwin Wurm). Altre due important sezioni  saranno anche quelle dedicata alla costruzione dell'identità personale riscontrabile nei lavori di artisti quali Lee Friedlander, Tomoko Sawada, Cindy Sherman, Hannah Wilke, Leslie Krims e Andy Warhol, così come quella inerente gli innovativi approcci della ritrattistica riscontrati nei lavori di Keith Arnatt e Masahisa Fukase. 
Approcciando il tema da prospettive differenti, la mostra cerca di spingersi sino ai limiti tra fotografia e pratiche documentarie, superando le convenzioni di genere tra ritratto e performance. 

 

Per maggiori informazioni: http://www.tate.org.uk/whats-on/tate-modern/exhibition/performing-camera