Solo Show - MARIO CRAVO NETO - Eternal Now

MARIO CRAVO NETO

ETERNAL NOW

 

 Sede di Brescia: Via Trieste, 48  

Inaugurazione: Venerdì 23 ottobre, 2015 h. 18.30

Fino al 27 Febbraio 2016

 

Mario Cravo Neto, Man with bird tears

 

La galleria Paci contemporary è lieta di annunciare l'inaugurazione della mostra "Eternal Now" dedicata alla figura di MARIO CRAVO NETO, uno dei maggiori artisti brasiliani di fama internazionale, scomparso nel 2009, e le cui opere sono rappresentate in esclusiva per l'Europa. La galleria, inoltre, collabora già attualmente con la nuova Fondazione Mario Cravo Neto, la cui inaugurazione ufficiale è avvenuta durante l'estate 2015. 

La mostra sarà l'occasione per ammirare i lavori più famosi degli anni '80-'90, le eleganti serie in bianco e nero in cui le immagini sono trasportate in una dimensione sospesa ed ovattata, dove i corpi e gli oggetti assumono un aspetto intimo e mistico. Mario Cravo Neto "mette in scena" i suoi ritratti per materializzare la profondità dei significati e, così facendo, affida un valore fondamentale alla luce che conferisce tridimensionalità ed un aspetto scultore ai soggetti. Il Solo Show ripercorrerà gli scatti più significativi di Mario Cravo Neto, ognuno dei quali ha un significato purissimo ed affonda le proprie radici in un linguaggio creativo unico, in grado di mischiare religione e tradizioni, violenza e dramma, natura e cultura.

Per l'occasione sarà edito un catalogo contenente un testo critico a cura di Christian Cravo, figlio del grande maestro nonché fotografo a sua volta.

 

"E’ l’arte di Mario Cravo Neto, che sì è fotografia nella fisicità dell’oggetto, soprattutto è lucidità intellettuale nel saper far emergere l’universo del nostro sentire che ignoriamo, volutamente soffochiamo, e che è in noi. Carne, sangue e muscolo di un’altra natura inconcreta e terribilmente palpitante. [...] È la luce che riscatta le figure dal fondo più oscuro della notte. La luce plasma le forme, accarezza le linee, le esalta e ne ammorbidisce la crudezza per compenetrale in morbido, tattile, velluto. E la poesia della bellezza, la naturale sensualità, fluiscono da segni di limpida purezza che penetrano come il canto insinuante della madre di tutti i misteri della vita." (Giuliana Scimé)