“Sandy Skoglund. The Artificial Mirror” in concomitanza con la 53° Biennale di Venezia

Palazzo Giovanelli, Santa Croce 1681/ Venezia. , 5 giugno - 13 settembre 2009

comunicato stampa

Sogni ad occhi aperti
Sandy Skoglund mette in scena la fotografia attraverso la fotografia

Il 5 giugno alle 17.30 inaugura a Palazzo Giovanelli la mostra monografica dedicata a Sandy Skoglund. L’esposizione, realizzata dalla San Marco Casa d’Aste in collaborazione con PaciArte, Brescia e la Facoltà di  Design e Arti dello IUAV di Venezia, è certamente un’occasione unica per ammirare l’opera della grande fotografa americana nella sua interezza. Si tratta di 70 opere, di cui alcune inedite, che percorrono un arco di tempo che va dai primi scatti dal sapore sperimentale alle ultimissime produzioni che sono diventate un segno distintivo del suo operare artistico. Sandy Skoglund, tra i più importanti esponenti della stage photography, progetta quella che sarà l’immagine ipercolorata finale con estrema perizia di dettagli nella disposizione del set. Si tratta di spazi aperti o chiusi per lo più monocromi in cui si stagliano soggetti identici, apparentemente prodotti in serie, che emergono dallo sfondo per un contrasto cromatico audace. Skoglund non riproduce la realtà a partire da una sua ricostruzione, bensì rappresenta la finzione a partire dalla realtà.

All’interno del percorso espositivo sarà possibile vedere l’installazione Shimmering Madness, uno dei magici set costruiti dall’artista. In occasione della mostra, Sandy Skoglund il 3 giugno alle ore 11 terrà un workshop.

 

“Sandy Skoglund. The Artificial Mirror”
5 giugno - 13 settembre 2009
Palazzo Giovanelli
Info: 041.2777981


http://www.pacicontemporary.com/public/eventi/foto_dettaglio/422.JPG

http://www.pacicontemporary.com/public/eventi/foto_dettaglio/423.jpg

 

http://www.paciarte.com/public/eventi/foto_dettaglio/424.jpg

http://www.paciarte.com/public/eventi/foto_dettaglio/425.JPG